ESAME DI STATO

Esame di stato per tecnologo alimentare

L’Esame di Stato è normato dal DPR 470/1997 “Regolamento recante disciplina degli esami di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione di tecnologo alimentare”.

Le sessioni dell’Esame di Stato si svolgono due volte all’anno (di norma II settimana di Giugno e II settimana di Novembre) e consistono in due prove scritte e una prova orale:
• La prima prova scritta viene svolta scegliendo uno tra i tre temi proposti dalla commissione riguardanti l’analisi dei prodotti alimentari, la valutazione della loro sicurezza, dell’igiene, della conformità alle norme, della qualità nutrizionale e sensoriale.
• La seconda prova scritta viene svolta scegliendo uno tra i tre temi proposti dalla commissione riguardanti gli aspetti tecnici, economici, i controlli e le norme relative ai processi tecnologici e biotecnologici per la conservazione e la trasformazione
degli alimenti.

Ogni prova scritta ha una durata massima di sette ore.
• La prova orale consiste in un colloquio relativo alle aree disciplinari oggetto degli esami scritti, nonché nella discussione degli elaborati redatti dal candidato.
Durante tale prova i candidati devono dimostrare anche di conoscere la disciplina di cui alla Legge 59/94, relativa all’ordinamento della professione di tecnologo alimentare e particolarmente l’art. 2 concernente l’attività professionale.

La prova orale ha una durata di minimo 30 minuti.
Per ulteriori informazioni: date, programma, normativa, modalità e scadenze, visitate i siti ufficiali di:

Università degli Studi di Padova

Università degli studi di Bolzano